Senza nemmeno sapere come cominciare, l’apertura è sempre un po’ complessa per me, accetto il testimone passatomi da NNS e da Rita Ricci e faccio “i compiti”.

La musica, come la lettura hanno sempre fatto parte della mia vita, anche se non in modo preponderante e, data la solitudine del riflesso familiare (tolta la fantascienza), ho scelto a seconda delle situazioni che stavo vivendo.
Oggi gli indirizzamenti sono influenzati dalle circostanze di vita e dalle persone con cui mi relaziono, non molte, in verità, chè la socializzazione non è cosa facile di questi tempi. Naturalmente quest?ultima affermazione ha più attinenza con le letture perché l?unica persona che ha ?influenzato? i miei gusti musicali degli ultimi cinque anni è stato il mio compagno di vita.

– Volume totale dei miei file musicali
Francamente faccio fatica a conteggiare i giga e giga di musica che arricchiscono il nostro archivio musicale, ma parlando del mio personale potrei limitarmi ad un paio.

– Ultimo CD acquistato
Quattrottave – 24 hours a day
Vorrei acquistare: Biagio Antonacci – Convivendo parte II
La scelta, onestamente, è data dal fatto che questo cantante, che apprezzo molto, ha investito su una politica di vendita che mi sembra giusta e, malgrado tutto, ritengo vada premiata.

– Canzone che sta suonando ora
Ora in casa? Ora nella mia mente?
In casa c’è silenzio, è domenica mattina… un brano che ascolto molto volentieri (come tutto il cd, del resto) è “Trans” di Enrico Ruggeri, fa parte di un cd del 1991 (Peter Pan) che ho rimesso in auge da poco nella mia vita. Enrico ha un modo aggressivo e trasgressivo e di esprimersi e di cantare che mi lascia un sapore buono, le sue piccole verità, non legate necessariamente a condizionamenti amorosi, mi aiutano in questo percorso di vita attuale. Trans è un modo vecchio di vedere la diversità, un modo amaro e ancora molto moderno di dare voce a coloro che sentono di poter dire qualcosa per uscire dal buio in cui la società li rilega, malgrado le aperture dei successivi quindici anni. Infatti, ancora oggi, la diversità viene bandita e sacrificata da chi ha il potere e, più che parlare di potere politico, parlo di potere religioso (che sembra ormai tutt’uno).

– Cinque canzoni che ultimamente ascolto spesso
A parte Trans di Enrico Ruggeri durante l’arco della giornata la musica fa sempre parte della mia vita. Spesso è solo un sottofondo che mi aiuta a risvegliare la creatività o, semplicemente, un disturbo che rumoreggia.
Estrapolare cinque brani non è facile e non mi sento di dare priorità ad alcuno. A volte riascolto lo stesso cd per ore ed a volte sono abbastanza insofferente da fare skippare il brano dopo soli quindici secondi d’ascolto.
Direi che il regalo personale (perchè mediamente lui fa il canonico e il personale) che ho ricevuto venerdì per il mio compleanno da Lele rappresenta molto bene l’essenza delle mie preferenze sulla musica. Un bel cofanetto di 4 cd, creato da lui, di brani più gettonati dal 1966 a oggi basato su condizionamenti degli stessi a livello sociale, fra pop&dance e rock.

– Libri che possiedo nella mia biblioteca e genere
Sparpagliati fra la sala, le camere, la cantina e la mansarda di papà e mamma in montagna i libri hanno un ordine caotico, dato dall’amore verso il libro nello specifico, al periodo in cui è stato acquistato, al genere… La tipologia varia fra la fantascienza e il fantasy (che sono la predominante), classici italiani (quali Pirandello, Verga, Manzoni, Ledda, Baricco, Bevilacqua…) qualche giallo (dei quali non vado pazza, anche se con l’introduzione della biblioteca personale di Lele ho iniziato ad apprezzare la Cornwell), romanzi di avventura (Wilbur Smith, Ken Follet e Clive Cussler hanno sicuramente la meglio fra le presenze) e romanzi più generici. Non mancano qualche trattato marxista, alcuni libri di politica moderna (li definirei forse più “polemica e specifica sulla politica attuale”) quali “Regime” di Gomez (di cui ho parlato tempo addietro) e, ultimo acquisto del genere, “L’ombra del potere” di David Lane. Inoltre un po’ di trattati di psicologia infantile e alcune “perline”, acquistate in momenti particolari, legate alla reincarnazione e all’aldilà. Naturalmente volumi di ogni genere sulla creatività femminilie e maschile (come fare questo e come costruire quello) e, ovviamente, parecchi, moltissimi direi, libri tecnici legati alla mia professione (dalla cultura del colore, alla grafica vettoriale, a specifiche sul marketing, alla pubblicità e comunicazione a manuali di molti software magari anche in disuso).

– Ultimo libro che ho comprato
Un Urania. L’oceano del tempo di Roger MacBride Allen.

– Libro che sto leggendo ora
Tendenzialmente non leggo mai un libro alla volta, a meno che non mi prenda in modo soffocante. In questo momento ho in ballo sia L’oceano del tempo che L’opera dello spazio (che va avanti da mesi) e L’ombra del potere.
Ultimo libro letto in un giorno è “Tu, mio” di Erri De Luca prestatomi gentilmente da Francesca, nella nostra ultima visita a Roma.

– Tre libri che consiglio ad altri blogger
Naturalmente non è facile “consigliare” perchè trovo che i suggerimenti andrebbero dati sicuramente a seconda dell’interlocutore.
Mio marito, il mio nemico di Patsy Heymans; più che un romanzo è proprio una sorta di reportage sulle difficoltà di una donna che incontra e si scontra con la filosofia e lo stile di vita israeliani
Il maestro e Margherita di Bulgakov; interessante visione di fine ottocento con stile lussureggiante con riferimenti apocalittici e demonologici che, fra l’altro, rimetterò sul comodino da stasera stessa.
Oceano mare di Baricco, non perchè sia meglio di altri ma perchè apre la mente ad un nuovo stile inusuale di scrittura, anche se con i successivi la noia ha avuto la meglio.
Le case di Iszm di Jack Vance; va assolutamente letto in un batter d’occhio. Poiché scegliere fra tutti i libri di fantascienza e fantasy non è semplice questo, che è anche uno degli ultimi letti, direi che può andare per accompagnare un pomeriggio assolato e noioso e rinfrescarsi la mente.

– Cinque blogger a cui passo il testimone
Medusa: uomo dai movment continui e con grandi interessi personali
Daria: la mia giovane amica romana, per riuscire a raccogliere qualche informazione in più tutta in una volta
Cristina: simpatica e spiritosa, sono sicura che ne leggeremo delle belle
Strepto: chè, rispetto a mesi fa, poco si dedica al suo blog ma stimo profondamente, malgrado le sue “pulsioni politiche” decisamente demodé (non me ne voglia l’interessato

La quinta blogger c’era ma, in questo momento, penso sia meglio evitare, ciaoIsabella,coraggio

– Se mi fosse data l’opportunità di rinascere essendo una persona diversa chi vorrei essere?
Assolutamente me stessa, con una possibilità in più (o in meno, dipende dai punti di vista!).

A presto.

Share on Pinterest
Condividi via mail!










Inviare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi