Lo ammetto, mi sto costruendo una “nuova coscienza politica”.
Grazie a questo blog, non al mio naturalmente ma alle conoscenze che sono occorse, ho rincominciato a “guardare e sentire”.
So che la strada è ancora molto lunga per poter avere una visione ampia di quello che mi circonda, sono consapevole, inoltre, delle mie limitazioni a livello di preparazione culturale, di conoscenza personale, economica e sociale. Ma, anche nell’ignoranza, si può trovare qualcosa di cui discutere. Se qualcuno è in grado di smuovere la materia grigia di qualcun altro, rendendolo un individuo, ben venga. Comunque.

Ieri sera.
L’inter, come tutti sapete, ha perso la partita di Champions League. Probabilmente è già stata confermata la sconfitta di 0-3 a tavolino, per ora resta semplicemente lo 0-1. Ma la sospensione è stata, giustamente, voluta per qualcosa di increscioso.
Sono interista.
Da anni lo sono più che per consapevolezza per forza di cose. Il padre dei miei figli è interista ed i miei figli sono interisti. Diciamo simpatizzanti vah… Comunque in una famiglia simile c’ero io. Io. Senza una coscienza di niente. Superficiale anche in quello. Non avevo voglia di darmi una mia personale misura anche per quello che riguarda lo sport giocato, la tifoseria. Mi bastava avere un mezzo in più per arrivare a loro, per dialogare.
Uscita dal matrimonio, in quanto istituzione, ho iniziato a guardare le cose in un modo differente. Ho ripreso, molto lentamente, quella coscienza che si stava formando quando ancora ero un’adolescente.
La coscienza ha iniziato a prendere forma grazie al mio compagno di vita. Lui mi ha insegnato a guardare le cose in un modo meno superficiale. O forse, molto semplicemente, sono cresciuta, ho iniziato ad avere nuovi riferimenti, anche nello sport.
E’ risaputo che la curva interista, da sempre, è sicuramente una curva di destra.
Perchè il milan è di Berlusconi?
Perchè una squadra che da sempre è stata sinistroide (perchè si fa politica anche nello sport???) è gestita da un uomo come lui?
Comunque.
Io non sono di destra, questo è noto credo, anche se, in questo momento, direi che non sono nemmeno di sinistra. Questa situazione incresciosa negli stadi, ciò che sta capitando mi fa riflettere.
Al di là della sportività.
Al di là della tifoseria.
E’ come se fosse riemerso il lato cattivo della popolazione.
Siamo cattivi. Portiamo bengala e striscioni allo stadio. Facciamo del male a titolo gratuito.
Noi, così cattivi, che vediamo di noi simili, così cattivi, in tutto quello che l’informazione ci propina giorno dopo giorno, perdiamo di vista quelli che davvero ci disegnano tali.
Io. Io… non mi sento cattiva.
Mi guardo intorno e molta gente non è cattiva.
Certo tantissime persone sono distratte, non vedono, hanno perso, dimenticato o sepolto la loro anima sociale… la loro coscienza politica.
Una politica che non ha schieramenti. Solo coscienza.
L’informazione è completamente controllata. Le televisioni dicono e trasmettono solo ciò che è bene per questo governo e per i loro governanti. Anche nei telegiornali delle tv pubbliche non si parla di pacifisti ma di “disobbedienti” e il gossip e la cucina sono all’ordine del giorno. Le testate giornalistiche sono tutte veicolate.
Non c’è più libertà d’espressione perchè anche i libri, se editi da alcuni editori, vengono decurtati di sezioni che appaiono irrilevanti ma che potrebbero invitare ad una coscienza politica.
Ci rimane molto poco.
Il passaparola.
Internet… liberamente. Unico posto dove con tantissima pazienza e sperando di cercare con le chiavi giuste, hai una visione migliore, perchè fuori dalle parti (…) del nostro Paese.
Ormai anche la sinistra è l’esempio emaciato di un’opposizione praticamente inesistente, senza programmi, senza posizioni che si espone timidamente per continuare a mantenere le cose come stanno.

Per oggi basta.

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi via mail!










Inviare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi