Finito il conto alla rovescia, superata la griglia di partenza, eccomi al mio primo giorno operativo in tutti i sensi. L’ennesima gara. L’ennesimo scontro con la vita. Ancora agli albori. Ancora così lontano, per fortuna, l’arrivo. Tanti, ma forse nemmeno tanti, i “buoni propositi” che per il duemilacinque contraddistinguono i colori della mia bandiera. Più che altro, buoni. Tanti reprise del passato, cose che non hanno avuto il loro coronamento definitivo. Tanti soggetti da sviluppare, fermi nel cassetto e desiderosi di prendere forma.
Mi guardo allo specchio e vedo ogni anno una Cristina diversa, leggermente diversa, ma sensibilmente cambiata. Difficile esprimere questo concetto. Tanto non ne ho nemmeno troppa voglia ora.
L’ultimo dell’anno l’abbiamo passato con una coppia di cari amici. Eravamo noi quattro più quel piccolo, ormai grosso, animale di mio figlietto Willy. Figlietto si fa per dire. A quattordici anni si è in una fase difficilissima. Soprattutto per noi genitori che dobbiamo sopportare questi adolescenti a volte inquieti, insofferenti, bugiardi ma ancora tanto cuccioli e pieni d?amore. In balia della difficoltà nel riconoscersi. In balia dei cambiamenti. In balia di una società fredda e meschina, come la nostra. (Ma saranno più fortunati quelli dei benemeriti “padroni”?). Lo guardo e mi chiedo dove e quando è accaduta davvero la mutazione.

Giornate di pantofole.
Abbiamo goduto da pazzi la nostra casetta. Un po’ causa di forza maggiore un po’ perché non lo facciamo mai. Siamo riusciti a vedere un tot numero di film. Quasi mai la tv, è davvero insopportabile. Fra i vari film anche “Io Robot” che mi è piaciuto. Avevo letto in giro in qualche blog che il film non era buono. Mah, sono una semplice, probabilmente mi accontento, ma mi è sembrato che la storia fosse carina, gli effetti buoni.
Sto cercando di smettere di fumare.
Sono messa piuttosto bene. Anche se a volte sclero. Tengo duro, qualche sigaretta la accendo ma la spengo schifata.
So di aver messo su chili.
Ho già iniziato l’azione contenitiva. Si prevedono lunghissimi sacrifici. Che barba. Beati coloro che non lottano di continuo con il proprio peso. Non è una questione di forma ma un problema di salute. La schiena urla. Sono goffa. Mi sembra di portare con me un peso, come una lumachina che ha sempre la casetta sulla schiena.
Anno nuovo, faccende vecchie.
Perché mai non dovrebbe essere così in fondo? La vita è un continum di situazioni che non si evolvono di certo con lo scattare del calendario.
Il mio amico Lady è proprio invecchiato.
Il suo pelo comincia a non essere più lucido ed è leggermente a scaglie. Le sue movenze sono come quelle di un bradipo a rallentatore ed è sempre più affezionato ai caloriferi, dove passa il 90% della sua giornata. Povero amico mio. A diciannove anni penso sia normale.
Mi sono affezionata ad un nuovo bloggers.
Passo spesso nel suo blog per leggere le novità, per rileggere i post e ridacchiare da sola come un’idiota. Mi piace il suo modo di scrivere, un po’ cinico ma sempre pieno di cose buone. In questo modo trascuro il mio di blog ma, così, è più facile. Rimango ancorata a questo mondo senza troppi sforzi. Mi ha sgamata. Malgrado mi sia sforzata di scrivere in modo intelligente non sono riuscita. Non è la voglia che mi manca. Direi di più la concentrazione. La stessa che faccio fatica a trovare quando mi immergo nel libro che ho iniziato due giorni fa (regime, di gomez e travaglio) forse perché ogni parola che leggo mi fa andare in bestia, però non sopporto l’idea di accantonarlo.

Ancora una volta un pensiero verso le persone che non ci sono più. Verso i disagiati. Verso coloro che hanno dovuto subire, senza nessuno sconto, una condanna ingiusta inflitta dalla vita. Ancora una piccola e calda lacrima che scende pensando un po’ più in grande e mi sento impotente e meschina davanti al dolore di chi è rimasto.

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi via mail!










Inviare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi